ARBORICOLTURA CONSOCIATA

I DATI ECONOMICI

È MEGLIO FARE UN IMPIANTO CON 816 ALBERI PIU 816 ARBUSTI PIUTTOSTO CHE UN IMPIANTO CON SOLO 1.100 ALBERI PER ETTARO.

Nel primo caso possiamo avere:

408/Ha alberi pregiati che raggiungeranno tutti la fine del turno senza diradamento, più 408/Ha alberi accompagnatori e altri 816/Ha arbusti che già nei primi 8-10 anni possono produrre 1.300/2.000 quintali di ottimo legno da ardere per ettaro; inoltre creano da subito l'EFFETTO BOSCO, con OMBRA, FRESCO, UMIDO e HUMUS, che sono alla base della produzione dell'arboreto.

Perché accontentarsi solo di circa Lit. 1.000.000/anno/Ha, come contributo per il mancato reddito, quando invece si possono avere 5/6 diverse entrate per ettaro/anno:

 

VOCE ENTRATA

ENTRATE PER ETTARO/ANNO

ENTRATE NELL’ARCO DEI PRIMI 10 ANNI

I

Contributo mancato reddito

Lit. 1.000.000

Lit. 10.000.000

II

Contributo manutenzione (solo nei primi 5 anni)

Lit. 900.000

Lit. 4.500.000

III

Vendita legna da ardere da specie accompagnatrici

Lit. 2/3.000.000

Lit. 20/30.000.000

IV

Produzione di tartufi (ca. 30/50 Kg/Ha/anno)

Lit. 18/30.000.000

Lit. 90/150.000.000

V

Produzione di miele da fiori di Magaleppo, Sorbi e Peri (dal 5° anno)

Lit. 1,5/3.000.000

Lit. 7,5/15.000.000

VI

Produzione di porcini e altri funghi eduli tipo Pleurotus, Pholiota e Lentinus (dal 5° anno)

Lit. 5/10.000.000

Lit. 25/50.000.000

 

ENTRATE LORDE TOTALI

 

Lit. 157.000.000 / 259.500.000 /Ha.

 

 

VOCE ENTRATA

ENTRATE NELL’ARCO DEI PRIMI 20-25 ANNI

I

Contributo mancato reddito

Lit. 20.000.000

II

Contributo manutenzione (solo nei primi 5 anni)

Lit. 4.500.000

III

Vendita legna da ardere da specie accompagnatrici

Lit. 50/70.000.000

IV

Produzione di tartufi

Lit. 120/350.000.000

V

Produzione di miele

Lit. 20/25.000.000

VI

Produzione di porcini e altri funghi eduli

Lit. 55/120.000.000

VII

Vendita delle 204 piante pregiate (Ciliegio, Frassino, Olmo, Ontano)

Lit. 200/250.000.000

 

ENTRATE LORDE TOTALI

Lit. 469.500.000 / 839.500.000 /Ha.

(Da notare che lo stesso impianto produrrà entro il 30° -35° anno anche 204 fusti pregiati di Noce, Farnia, Pero selvatico, Sorbo domestico, Ciavardello, che qui non sono ponderati)

CONVIENE DI PIU' DIVENTARE ESPERTI SELVICOLTORI PIUTTOSTO CHE IMBALSAMARE I PROPRI TERRENI CON "PSEUDOIMPIANTO" DI RIMBOSCHIMENTO E ACCONTENTARSI DELLE BRICIOLE COSTITUITE DA UN CONTRIBUTO DA FAME!!!

Il segreto di un rimboschimento di successo è l’uso di piante adatte al contesto ambientale, di ELEVATISSIMA RESISTENZA, consociate in modo da AUTOALIMENTARSI, AUTOPOTARSI e da creare subito l'EFFETTO BOSCO.

© Vivaio C.R.E.A. - Centro Riproduzione Essenze Autoctone - CARPI (MO)