ARBORICOLTURA CONSOCIATA

Moderna arboricoltura consociata da reddito e per biomassa

Grazie ai contributi previsti dal Reg. CEE 2080/92 si possono attuare opere di rimboschimento che oltre ad avere una notevole valenza ecologica e di salvaguardia dell'ambiente possono costituire arboreti di elevata importanza economica.

Per ottenere impianti arborei di sicura validità economica, occorre orientarsi verso una consociazione di specie a legno pregiato come Noce, Ciliegio, Frassino, Farnia, Ciavardello, Pero selvatico, Sorbo domestico, Acero montano; a queste vanno associate specie accompagnatrici quali l'Ontano nero, Ontano napoletano, Olmo campestre, Olmo ciliato, Olmo siberiano, Pioppo bianco, Salice bianco, Carpino bianco, etc.

La consociazione induce alcuni grandi benefici:

Il tutto porta ad incrementi valutabili intorno al 3O - 50% in più rispetto alle stesse piante coetanee coltivate con sistemi tradizionali.

Sulla base dei suddetti fatti alleghiamo un MODULO DI ARBORICOLTURA CONSOCIATA modificabile in rapporto alle diverse condizioni ambientali, stazionali, edafiche ed aziendali in cui si opera.

Il numero nettamente più elevato di piante di pregio, e la possibilità di sfruttare anticipatamente e gradualmente le varie specie accompagnatrici, rende il nostro modello economicamente più interessante dei sistemi tradizionali.

© Vivaio C.R.E.A. - Centro Riproduzione Essenze Autoctone - CARPI (MO)